La trasparenza inganna

maschera della verità

Zuckerberg annuncia un tour che allude ad un significato politico-elettorale mentre Apple cancella l’app del New York Times in Cina: tutto in maniera trasparente ma la trasparenza basterà a salvare le nostre anime?

Fa scalpore la notizia di Apple che accetta il diktat della Cina ed oscura l’app del New York Times in un momento in cui il patron di Facebook annuncia un tour negli States che da molti viene interpretato come prima mossa per scendere in politica.

E’ pur vero che tutto avviene in maniera trasparente ed a tal proposito forse non tutti sannioche esistano i cosiddetti !transparency report pubblicati da tutte le grandi aziende del digitale – Apple compresa – in cui, con livelli di dettaglio diverso, si illustrano le richieste governative di censura poi difatti attuate per non incorrere in sanzioni legali.

Quindi tutto meravigliosamente trasparente: le censure così come le scese in campo di  giganti che evidentemente soffrono di conflitti di interessi in quest’era di fake politici e !filter bubble asfissianti: ma la trasparenza è davvero sufficiente a salvaguardare i nostri diritti ad un mondo giusto o quanto meno oggettivamente comprensibile?

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...