Relazioni pericolose?

Esistono molte app e servizi Web che possono svelare le relazioni dei nostri servizi digitali: applicate agli account social in effetti fanno un certo effetto su come possono svelare facilmente preferenze e rapporti personali.

Alcuni cosiddetti ethical hacker si divertono a sviluppare app e e servizi Web che svelano l’esposizione ed il monitoraggio dei nostri dati online anche e soprattutto attraverso i nostri account social che in definitiva sono quelli naturalmente propensi a profilarci contestualmente ai nostri interessi e reti di relazioni.

Facebook ovviamente al centro dell’attenzione con StalksScan che sottolinea in un batter di click molti aspetti relazionali anche sensibili e delicati del nostro operare e ancor più elaborato ed interessante Data Selfie – la scelta del dominio it e l’utilizzo dell’!ascii-art ricorda tanta un !hacktivist della prim’ora… 😉 – che utilizza altre API ovvero quelle del sistema di intelligenza artificiale di IBM (Watson Analytics) per cercare di ricostruire i meccanismi di !machine learning utili per interpretare i nostri comportamenti ed espressioni e disegnare così il nostro profilo in maniera intelligente.

Certo, per controllare come ci monitorano le major affidiamo ulteriori set di dati ad altre micro-organizzazioni quasi fosse un gioco di Matrioske in cui ad ogni piccolo passaggio qualcuno ci guadagna ed alla fine la bambolina più piccola siamo noi non sapendo più quanto significante oltre il meccanismo di marketing in cui siamo immersi…

Published by:

ebisenzi

Docente dell'Accademia di Belle Arti di Roma da decenni mi occupo di accessibilità ed usabilità del digitale contribuendo al restyling di Comuni, Musei, Ospedali, Comitati Olimpici ed anche molte aziende private sensibili all'argomento INCLUSIVE DESIGN: garantendo il corretto accesso e fruizione anche al 15% delle persone diversamente abili quali epilettici, non vedenti, ipovedenti e daltonici, dislessici e disprassici, sordi, disabili cognitivi ed autistici; impostando una corretta reperibilità e rappresentazione sui motori di ricerca; controllando una corretta ed efficace condivisione sui social network: trasmettendo dei corretti valori semantici relativamente al diverso bagaglio linguistico e culturale del proprio target di riferimento; predisponendo un appropriato livello di leggibilità dei testi e contenuti prodotti rispetto al proprio target di riferimento; verificando la legittimità dei contenuti ospitati mettendosi al riparo di eventuali copyright strike; verificando una corretta rappresentazione dei propri contenuti digitali su device diversi; predisponendo e mettendo in sicurezza i propri contenuti per una conservazione a lungo termine.

Categorie AITag , Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...