Meme influencer virtuali o persone in carne ed ossa?

La cultura e le tendenze passano sempre più da !meme ed !influencer (magari virtuali) ma rimane sempre l’opportunità di rapportarsi con testimoni in carne ed ossa.

Volete davvero sapere cosa fa tendenza soprattutto fra i giovanissimi? Allora dovete prendere in considerazione anche strumenti come Know Your Meme che vi permettono di scandagliare in maniera approfondita fra queste modalità di messaggi comunicativi – i !meme – che stanno spopolando fra le nuove generazioni e che spesso sono rappresentati da video ironici le cui tendenze la dicono lunga su come si sta appiattendo la capacità-media di approfondimento informativo.

Che dire poi se !meme o addirittura !fake news sono divulgate da !influencer virtuali (?!?) magari sotto le spoglie di fanciulle avvenenti che poi fanciulle non sono ma, bensì, finte come i messaggi che, magari, diffondono.

Fortunatamente, per chi predilige il vis-a-vis con esseri umani e nel sentire testimonianze culturali da persone in carne ed ossa rimangono ancora delle proposte assolutamente interessanti ed anche innovative come quelle proposte da migranTour che propongono delle rivisitazioni delle maggiori città (anche italiane) viste da chi ci è approdato da lontano in tempi recenti ma anche antichi…

Published by:

ebisenzi

Docente dell'Accademia di Belle Arti di Roma da decenni mi occupo di accessibilità ed usabilità del digitale contribuendo al restyling di Comuni, Musei, Ospedali, Comitati Olimpici ed anche molte aziende private sensibili all'argomento INCLUSIVE DESIGN: garantendo il corretto accesso e fruizione anche al 15% delle persone diversamente abili quali epilettici, non vedenti, ipovedenti e daltonici, dislessici e disprassici, sordi, disabili cognitivi ed autistici; impostando una corretta reperibilità e rappresentazione sui motori di ricerca; controllando una corretta ed efficace condivisione sui social network: trasmettendo dei corretti valori semantici relativamente al diverso bagaglio linguistico e culturale del proprio target di riferimento; predisponendo un appropriato livello di leggibilità dei testi e contenuti prodotti rispetto al proprio target di riferimento; verificando la legittimità dei contenuti ospitati mettendosi al riparo di eventuali copyright strike; verificando una corretta rappresentazione dei propri contenuti digitali su device diversi; predisponendo e mettendo in sicurezza i propri contenuti per una conservazione a lungo termine.

Categorie Comunicazione Digitale,media educationTag Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...