Accessibilità: questione di soldi e non solo

Lingua dei segni, banconote e l’immancabile Web: le mille facce dell’accessibilità.

Le nuove banconote da 100 e 200 euro sono addirittura vegan (prodotte con solo materiale vegetale) ma soprattutto dotate di alcuni accorgimenti per renderle maggiormente usufruibili da persone con problemi visivi: grandi cifre in caratteri marcati e tonalità molto contrastate, oltre a presentare lungo il bordo segni percepibili al tatto.

“Soldi, soldi, soldi…” canta Mahmood ed a proposito di accessibilità veramente coinvolgente l’interpretazione nel linguaggio dei segni della hit musicale ed ottimo esempio di come una versione accessibile di un elemento multimediale può essere un’occasione espressiva preziosa e non solo una faticosa e burocratica incombenza da svolgere.

E poi il Web, ovviamente – dove tutto confluisce (compresi i contenuti di molte app) – e rispetto al quale i due maggiori interpreti dell’accessibilità sono, e non a caso, Chrome e Firefox ovvero i due browser più diffusi ed utilizzati al mondo.

La fondazione Mozilla pubblica continuamente nuova documentazione tecnica per tutti i webmaster che hanno a cuore la tematica dell’accessibilità e vogliano verificarla anche attraverso i numerosi strumenti di sviluppo interni del browser Firefox: una fra le ultime riflessioni tecniche più interessanti quella inerente alla comprensione e soprattutto alla corretta applicazione tecnica delle Web Content Accessibility Guidelines (WCAG) che, attualmente, si trovano in un delicato momento di transito fra la versione 2.0 e quella 2.1.

Google continua ad investire grandi risorse tecniche in tema di accessibilità e lo fa ovviamente attraverso il suo browser Chrome che ha al suo interno un’apposita sezione Audit-Accessibility grazie alla quale capire e verificare la corretta fruizione di una pagina Web tramite strumenti molto evoluti messi a disposizione dell’estensione-motore Axe che permette, ad esempio,  di ricostruire gli accessibily-node del Document Object Model (DOM) ed eventuali attributi ARIA (Accessible Rich Internet Applications) utili, in particolare, per una corretta interpretazione di una pagina Web tramite screen-reader.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...