Chi dice Cosa ?

“Non credere nei media”… meglio credere alla propria capacità di analisi critica o magari alla capacità di analisi di tool di verifica dell’informazione progettati ad hoc per non cadere facilmente in truffe di varia grandezza ed importanza.

Così è se vi pare, si potrebbe dire pirandellisticamente parlando… o forse nell’era del digitale così è se lo percepiamo? Già ma quel che percepiamo quando ascoltiamo un audio o vediamo un video è la “verità” o, più pragmaticamente parlando, è qualcosa di plausibile?

Ce lo dobbiamo necessariamente chiedere alla luce delle recenti evoluzioni tecnologiche che permettono a chiunque (che abbia un minimo di dimestichezza con la tecnologia digitale)  di produrre cosiddetti !deepfake ovvero false informazioni e testimonianze anche video, e più recentemente, audio.

La filiera della plausibilità di un’informazione acquisita online è complessa ma uno strumento semplice da utilizzare che può venirci in aiuto nella verifica è InVid ovvero una serie di software abbastanza noti ed utilizzati dagli addetti ai lavori che producono informazione e disponibili anche sotto forma di plugin per browser e che permettono di verificare velocemente e facilmente se determinati frame sono già stati prodotti ed utilizzati da altre fonti social e magari in un’ottica di assemblaggio fake. Una soluzione tutta europea e che dovrebbe diventare patrimonio comune di conoscenza non solo per chi produce informazione ma anche per chi ne usufruisce.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...