#SolidarietàDigitale e circuiti virtuosi al tempo del Coronavirus

Chi è in difficoltà ed in isolamento può beneficiare dei servizi di #SolidarietaDigitale ma anche cominciare a riflettere su come interpretare il mondo che ci circonda in futuro (possibilmente in meglio).

Solidarietà Digitale

L’elenco di servizi cosiddetto Solidarietà digitale è un modo di sostenere chi è a casa mettendolo a a conoscenza dei tanti servizi GRATUITI che moltissime aziende mettono a disposizione in questo periodo di emergenza: webinar, servizi e spazi cloud, consegne domiciliari, ebook e abbonamenti a periodici e quotidiani, visibilità aziendale, connessioni mobili, assistenza informatica da remoto, access point per gli ospedali e video-consulti medici e chi più ne ha più ne metta (tanto che non ci stava male in cima all’interfaccia un menù di selezione voci per categorie…).
Contemporaneamente sono tantissime le occasioni di visite virtuali che si possono fare dal divano di casa simulando virtualmente esperienze di viaggio ed esplorazioni culturali compreso visitare numerosi musei fra i più significativi al mondo che si sono attrezzati in autonomia od appoggiandosi ai servizi di Facebook e Google per permettere a chi sta a casa di continuare ad essere ‘esploratore di mondi’.
Ma ‘restare a casa’ è anche un’occasione di riflessione e possiamo cominciare a pensare come ripartire osservando il circuito di attività sospese come quelle in attività che alleviano le nostre ansie quotidiane e che ci circondano…

solidarieta-digitale-repubblica-italiana

Superare l’e-Commerce con il Local Marketing & Shopping

Sta cambiando il mondo, cambieranno i costumi sociali delle persone, l’organizzazione sociale ed i rapporti consumatori/produttori/distributori ed in questo contesto i ‘piccoli’ esercenti hanno una sola speranza: interpretare il mondo che cambia e diventarne i nuovi protagonisti!
I piccoli esercenti sono sopraffatti da mille criticità quali burocrazia e tasse ma anche da una propria incapacità di non rimodellare il proprio modo di operare, promuoversi, presentarsi e rapportarsi con il pubblico, con gli utenti che sono oramai abituati a rapportarsi con la Rete Internet, cercare ed acquistare al minor costo, farsi recapitare la merce a casa; come concorrere con questo, apparentemente imbattibile, modello di Business?
I commercianti locali, quelli veri, quelli competenti, non sono solo commercianti ma esperti consulenti nel proprio settore d’intervento ed è su questo che bisogna fare leva, individualmente ma anche collettivamente, per andare oltre l’e-commerce (peraltro strutturalmente in affanno in questo periodo di stress).
Come? Presidiare tutte le piattaforme digitali come Google My Business (quindi Google Maps), i risultati di ricerca di Google, i social network a cominciare da Facebook ed Instagram, creando presenze, posizionamenti ed ovviamente campagne pubblicitarie. Veicolare con poco testo ma efficace e molto foto quello che siete, dove siete, il negozio, i prodotti in esposizione (non fotografati uno ad uno ma perlopiù per settori merceologici), trasmettere empatia con la rappresentazione del proprio personale all’opera e in rapporto con la clientela.
Riuscire ad offrire TUTTO. Tutto… perché veicolando il messaggio di essere esperti in un determinato settore bisogna anche dimostrare di poter reperire ANCHE SU INTERNET qualsiasi merce il cliente desideri ed in poco tempo.
Distribuire non solo in negozio ma anche con la consegna a domicilio, tramite  pagamento con pos o con contanti ed approfittando di strumenti telematici di contatto e comunicazione (whatsapp uno fra tutti).
Fare aggregazione, se mancano le risorse di investimento necessarie, con altri negozi, presentarsi come via, rione, quartiere, piazza, fare squadra e così essere ancora più incisivi!

local-shopping

Circuiti virtuosi locali

In questa ipotesi rivoluzionaria di assetto ed operatività del piccolo esercente ci sta anche un rapporto collaborativo virtuoso con l’artigiano digitale (magari sempre della porta accanto) che può essere un valido aiuto nell’ottimizzazione della scheda Google My Business, per il posizionamento della proprio sito Web su Google, per organizzare campagne pubblicitarie a scelta su Facebook-Google-Instagram, nella costruzione di un sito Web magari da trasformare in web-app, nella costruzione e promozione di un brand (naming-logo-payoff) e conseguente storytelling con produzione di testi, foto, audio e video, nell’ottimizzazione del sistema di comunicazione con la cliente senza dimenticare il supporto nella selezione, reperimento ed di merce online da rivendere su richiesta.
Per un mondo che sta cambiando, ed affinché il cambiamento sia nelle nostre mani, nel nostro cuore e nella nostra testa.

Published by:

ebisenzi

Da oltre venti anni mi occupo di studiare le problematiche di accessibilità, usabilità, reperibilità ed organizzazione dell'informazione digitale assistendo persone, enti pubblici e privati nella impostazione o restyling di interfacce e progetti di comunicazione digitale proponendo provocazioni culturali sul blog https://scaccoalweb.wordpress.com Un aspetto particolare della comunicazione digitale a cui credo molto è la capacità di riconoscere e raccontare la Natura che ci circonda e per quello mi diverto a curare ed aggiornare l'apposita guida BIOWATCHING TOSCANA

Categorie digital marketingTag , Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...