il Maxxi di Roma abbraccia l’Inclusive Design

guida museale in lingua dei segni italiana ed internazionale

L’importante Museo romano di Via Guido Reni propone al tempo stesso un viaggio multisensoriale ed una strategia di comunicazione digitale a favore di persone sorde e con disabilità visiva.

La notizia che il Museo nazionale delle arti del XXI secolo ha realizzato un progetto sperimentale che “unisce il percorso online a quello on site nel museo, tra video guide in lingua dei segni italiana e internazionale, didascalie, audio descrizioni e narrazioni in italiano, inglese e braille, mappe e modelli tattili” è veramente una gran bella notizia per tutte/i coloro che auspicano scenario italiano di diffusione dell’inclusive design nel mondo dell’arte e della comunicazione.

MIXT Musei per tutti Un percorso partecipato e accessibile di scoperta e narrazione dell'architettura del MAXXI.

Oltre ad avere dotato il Museo stesso di dotazioni e supporti tattili, braille, sonori e quant’altro necessario per agevolare esperienze sensoriali delle persone disabili è interessante la strategia di comunicazione digitale che è stata adottata grazie a tablet tiflodidattici, app, social e sito Web.

Il sito Web https://www.mixt.it si presenta con una ricca offerta di audiodescrizioni, narrazioni, video guide in Lingua dei Segni Italiana e Internazionale, con un’interfaccia attenta a cercare di venire incontro ad alcuni accorgimenti per le persone con disabilità visiva come la possibilità di variare zoom e contrasti.

Molto interessante anche l’invito a popolare i social grazie all’hashtag  #MAXXIpertutti e contribuire così al racconto collettivo del Maxxi condividendo fotografie, video, file audio che saranno raccolte sui social dalla Redazione per costruire un Social Wall del museo.

Published by:

ebisenzi

Docente dell'Accademia di Belle Arti di Roma da decenni mi occupo di accessibilità ed usabilità del digitale contribuendo al restyling di Comuni, Musei, Ospedali, Comitati Olimpici ed anche molte aziende private sensibili all'argomento INCLUSIVE DESIGN: garantendo il corretto accesso e fruizione anche al 15% delle persone diversamente abili quali epilettici, non vedenti, ipovedenti e daltonici, dislessici e disprassici, sordi, disabili cognitivi ed autistici; impostando una corretta reperibilità e rappresentazione sui motori di ricerca; controllando una corretta ed efficace condivisione sui social network: trasmettendo dei corretti valori semantici relativamente al diverso bagaglio linguistico e culturale del proprio target di riferimento; predisponendo un appropriato livello di leggibilità dei testi e contenuti prodotti rispetto al proprio target di riferimento; verificando la legittimità dei contenuti ospitati mettendosi al riparo di eventuali copyright strike; verificando una corretta rappresentazione dei propri contenuti digitali su device diversi; predisponendo e mettendo in sicurezza i propri contenuti per una conservazione a lungo termine.

Categorie accessibilità,Comunicazione Digitale,designTag , , , Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...