Alitalia è ‘ita: le nuove scelte fanno discutere

Marchio, colore blu e logo: ecco cosa vale la pena discutere della nuova compagnia di aereotrasporto italiana da un punto di vista ‘grafico’ (ma non solo).

Alitalia è ‘ita si direbbe in Toscana ovvero è andata=morta e la nuova compagnia ITA Airways si sta facendo notare con una serie di scelte comunicative, in parte discutibili.

Marchio

Il marchio Alitalia è stato comprato ma per non utilizzarlo (dalla concorrenza) e questo dovrebbe far riflettere sull’importanza del naming di un brand.

Logo

Dunque spazio al nuovo logo che sicuramente risulta meno dinamico rispetto al precedente di Alitalia che dava più l’idea di ‘movimento’ ma mantenendo (almeno su tradizionale sfondo bianco) il consueto abbinamento cromatico tricolore.

Colori

Già i colori… i nuovi aeroplani saranno tutti di colore blu (?!?) imponendo quindi abbinamenti cromatici diversi per il logo applicato sui mezzi aerei ed anche se appare come una genialata grafica quella di scegliere un colore così affascinante bisogna pur ammettere su un piano fisico che – non solo è un colore che necessita di maggiore manutenzione rispetto al colore bianco adottato grosso modo, e non caso, da tutte le altre compagnie di volo – questo tipo di vernice appesantisce di ulteriori 300 kg di peso ogni aereo risultando così una scelta non proprio eco-sostenibile (visto il conseguente consumo di carburante non proprio irrilevante).

Published by:

ebisenzi

Docente dell'Accademia di Belle Arti di Roma da decenni mi occupo di accessibilità ed usabilità del digitale contribuendo al restyling di Comuni, Musei, Ospedali, Comitati Olimpici ed anche molte aziende private sensibili all'argomento INCLUSIVE DESIGN: garantendo il corretto accesso e fruizione anche al 15% delle persone diversamente abili quali epilettici, non vedenti, ipovedenti e daltonici, dislessici e disprassici, sordi, disabili cognitivi ed autistici; impostando una corretta reperibilità e rappresentazione sui motori di ricerca; controllando una corretta ed efficace condivisione sui social network: trasmettendo dei corretti valori semantici relativamente al diverso bagaglio linguistico e culturale del proprio target di riferimento; predisponendo un appropriato livello di leggibilità dei testi e contenuti prodotti rispetto al proprio target di riferimento; verificando la legittimità dei contenuti ospitati mettendosi al riparo di eventuali copyright strike; verificando una corretta rappresentazione dei propri contenuti digitali su device diversi; predisponendo e mettendo in sicurezza i propri contenuti per una conservazione a lungo termine.

Categorie Comunicazione Digitale,digital marketingTag , , , , Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...