Una Font che racconta l’epopea dell’Olivetti (Lettera 22)

Viene lanciato la font OT L22 in onore della storia dell’azienda italiana Olivetti e del suo capolavoro di design costituito dalla macchina da scrivere Lettera 22.

Olivetti è stata un’azienda italiana brillantissima nel campo del design e dell’innovazione digitale che anche per questo ha attirato molte attenzioni e non sempre benevole (ad esempio dai potenti concorrenti oltreoceano).

Un’intervista ci guida in questo tentativo di trasporre in digitale e trasmettere alle nuove generazioni almeno una parte dell’immenso patrimonio stilistico Olivetti ed in particolare attraverso la realizzazione in formato OpenType della font OT L22 realizzato in stile grottesco.

alcunei modelli lettera 22 della macchina da scrivere Olivetti tutti caratterizzati da telai ed elementi meccanici in evidenza

Tutto è stato ben progettato rispetto a questo piccolo capolavoro del Made in Italy: dall’ergonomia al naming (Lettera 22, semplice, ben pronunciabile, moderno per gli allora anni ’50…) che ha portato questo gioiellino del design ad essere ospitato nelle collezioni permanenti del MOMA (il museo di Arte Moderna di New York) e che si spera con questa operazione di restyling della font possa ispirare le giovani generazioni a nuove imprese e con rinnovato spirito di innovazione del design.

Published by:

ebisenzi

Docente dell'Accademia di Belle Arti di Roma da decenni mi occupo di accessibilità ed usabilità del digitale contribuendo al restyling di Comuni, Musei, Ospedali, Comitati Olimpici ed anche molte aziende private sensibili all'argomento INCLUSIVE DESIGN: garantendo il corretto accesso e fruizione anche al 15% delle persone diversamente abili quali epilettici, non vedenti, ipovedenti e daltonici, dislessici e disprassici, sordi, disabili cognitivi ed autistici; impostando una corretta reperibilità e rappresentazione sui motori di ricerca; controllando una corretta ed efficace condivisione sui social network: trasmettendo dei corretti valori semantici relativamente al diverso bagaglio linguistico e culturale del proprio target di riferimento; predisponendo un appropriato livello di leggibilità dei testi e contenuti prodotti rispetto al proprio target di riferimento; verificando la legittimità dei contenuti ospitati mettendosi al riparo di eventuali copyright strike; verificando una corretta rappresentazione dei propri contenuti digitali su device diversi; predisponendo e mettendo in sicurezza i propri contenuti per una conservazione a lungo termine.

Categorie design,memoria digitaleTag , Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...