Accessibilità e pietre d’inciampo

Gli ostacoli possono diventare ausili e facilitatori, così è la vita e la comunicazione digitale: caratterizzate da metafore e paradossi.

Sapete cosa sono le pietre d’inciampo: sono quei piccoli monumenti fatti per ricordare eroi e martiri del passato che sono costruiti apposta in maniera che voi ci inciampate, per poi notarle (magari dopo una spontanea imprecazione…) e fare attenzione alla scritta scolpita in quella pietra del marciapiede volutamente più ingombrante delle altre.

Ebbene anche l’accessibilità può trarre vantaggio dalle pietre d’inciampo ovvero da piccoli ostacoli posti per rallentare l’esperienza utente e catalizzarne l’attenzione: splendido esempio è il font Sans Forgetica sviluppato dalle Open Universities di Australia apposta per essere inizialmente più difficile da interpretare ma proprio per questo, così come dimostrato da appositi test, più facile da ricordare.

Ovviamente pensato il font rispetto ad un così specifico obiettivo comunicativo – la capacità di memorizzare – va saggiamente calato in un contesto applicativo in maniera tale che risulti il più funzionale possibile: sconsigliabile l’utilizzo massivo per interi corpi del testo mentre potrebbe essere proficuamente sperimentato per titoli, titoletti, didascalie, payoff, oppure citazioni o concetti da mettere particolarmente in evidenza.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...