nasce la prima… RADIO DIFFUSA !

Evviva ! Grazie ai miei due compagni di avventura (comunicativa) nasce la prima Radio Diffusa… segnatevi la data: 13 febbraio dalle ore 16:00.

Radio Diffusa le 3D del digitale: Dipendenze Disinformazioni Distrazioni

Radio Diffusa

Sabato 13 Febbraio 2021 come tutti i 13 febbraio sarà la “giornata mondiale della Radio” così come festeggiata e promossa tutti gli anni dall’UNESCO in ricordo della prima trasmisisone radio dell’ONU (1946).

Vincenzo Bianculli, Enrico Bisenzi e Marco Pini vi propongono per questa giornata un evento-live di riflessione su come fare-radio con i nuovi media ma anche sull’impatto dei nuovi media in generale nelle nostre società, così come ci abbiamo già provato con l’ebook audio-attivo Generazioni a confronto  nel 2019.

L’idea è quella di sfruttare il protocollo diffusissimo WEB-RTC (Real-Time Communications) lo stesso che avete utilizzato con il vostro “strumento” preferito (zoom – meet – teams – streamyard – jisti) per fare DAD (Didattica A Distanza) o comunque attenuare il distanziamento sociale causa covid-19 in questi mesi e dare vita ad live-on-line usando preferibilmente il canale audio ma non solo per costruire un dibattito collettivo su questioni che riteniamo importanti per confrontarci non solo evidenziando rischi e pericoli, ma anzi valorizzando le opportunità che ci offre il digitale…. e la prima riflessione è proprio sul media Radiostravolto” ma anche potenziato dalle connessioni Internet.

Siamo passate/i..

.. da radio come quella di “Radio Londra” o della RAI che tutti ascoltavano quasi ‘religiosamente’ capaci com’erano di generare dibattito su pochi temi su cui confrontarsi diffusamente dal bar ai pranzi e cene familiari alle migliaia di esperimenti diffusi di Web-TV e Web-Radio (una per tutte “Radio Wombat” che porta avanti contemporaneamente la tradizione di radio via etere su onde  medie ma anche diffusa via Web) che generano infiniti rivoli dis-aggregativi e di confronto sociale frammentato.

Ecco vogliamo con questa iniziativa che si terrà dalle ore 16:00 di Sabato 13 febbraio online (link alla diretta presto disponibile qui: https://www.netreputation.it/radio-diffusa/) invitare a riflettere sulle potenzialità dei nuovi media digitali attraverso questo nostro primo esperimento di /Radio Diffusa/ alla quale potete anche chiedere di partecipare contattandoci radiodiffusa@netreputation.it per proporre un argomento su cui dibattere lo stesso 13 febbraio o nelle prossime edizioni.

Primi ospiti alla “nostra” Radio Diffusa:

FRANCO VITE (insegnante di sostegno temporaneamente a distanza) su ‘DAD e privacy e software libero’

ONOFRIO CATACCHIO (docente  Accademia Belle Arti di Bologna) su ‘a ruota libera sulle Distrazioni Digitali’

MIRELLA CASTIGLI (giornalista pubblicista blog scenaridigitali.info) su “Disinformazioni digitali”

AGNESE TROCCHI (scrittrice) sul  progetto di arte collaborativa in rete Open Sorcery Poetry’

CIRCEX (Centro Internazionale di Ricerca per le Convivialità Elettriche) su ‘Formare a Distanza?’

MAURIZIO ‘GRAFFIO’ MAZZONESCHI (Esperto di tecnologie della comunicazione programmatore formatore) su ‘Informatica – Internet e dipendenze’

ALESSANDRO ALLORI (giornalista pubblicista, blogger, per anni ha vissuto in Portogallo) su ‘infodemie in Portogallo e in Italia qualche riflessione in libertà’

| In aggiornamento |

Published by:

ebisenzi

Docente dell'Accademia di Belle Arti di Roma da decenni mi occupo di accessibilità ed usabilità del digitale contribuendo al restyling di Comuni, Musei, Ospedali, Comitati Olimpici ed anche molte aziende private sensibili all'argomento INCLUSIVE DESIGN: garantendo il corretto accesso e fruizione anche al 15% delle persone diversamente abili quali epilettici, non vedenti, ipovedenti e daltonici, dislessici e disprassici, sordi, disabili cognitivi ed autistici; impostando una corretta reperibilità e rappresentazione sui motori di ricerca; controllando una corretta ed efficace condivisione sui social network: trasmettendo dei corretti valori semantici relativamente al diverso bagaglio linguistico e culturale del proprio target di riferimento; predisponendo un appropriato livello di leggibilità dei testi e contenuti prodotti rispetto al proprio target di riferimento; verificando la legittimità dei contenuti ospitati mettendosi al riparo di eventuali copyright strike; verificando una corretta rappresentazione dei propri contenuti digitali su device diversi; predisponendo e mettendo in sicurezza i propri contenuti per una conservazione a lungo termine.

Categorie Comunicazione Digitale,media educationTag , , , Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...